Home > Notte di note > L’equità è ambiente difeso per tutti

L’equità è ambiente difeso per tutti

30 Luglio 2014

Il principio giuridico che ha ispirato il walfare è finissimo: si tratta di un investimento a lunghissimo termine che lo Stato fa per preservare l’umanità etica, decisamente utile alla stabilità sociale. Con il walfare si garantisce alla gente reale la possibilità di essere curata e di essere istruita. E la gente reale non è povera; ma perchè non scivoli nell’indigenza ha bisogno di servizi essenziali accessibili.

 Peraltro, la gente reale non è in grado, diversamente, di curarsi e istruirsi perchè vive di suo, di lavoro, di poco: non ruba, non corrompe, non vive di denaro pubblico, non sottrae risorse a progetti di utilità collettiva. Garantendo alla maggioranza delle persone un livello di dignità sanitaria e culturale sufficiente lo Stato mette la sicuro se stesso e la possibilità di esistere in un contesto di persone non interessate ad assaltarlo. Dopo aver trasformato il welfare in un tesoretto da spartire e deviandone totalmente la finalità, ora si spiega alla gente che i soldi sono finiti. I soldi di chi?

Inoltre questo è il momento, irrimandabile, di occuparsi di animali che si estinguono, di biodiversità, di salvezza dei mari, di disastri ambientali, di territorio che si sbriciola solo perchè piove. Con qualunque legge elettorale, con qualunque numero di parlamentari e senatori, con qualunque maggioranza la generazione dei quarantenni doveva porre come priorità, assoluta e trasversale, la soluzione del problema dei problemi: la difesa della vita del pianeta. Il resto ha senso come spolverare durante un uragano.

Che una generazione nata dopo gli anni 70 sia così furibonda e idiota mi impressiona molto. Però, credo nei singoli. Credo ancora nella forza dei pochi, più intelligenti e più forti, che possono condizionare i molti. Non voglio arrendermi e continuerò ancora per qualche minuto a credere nel genio degli individui che costringe anche i fessi ad essere morali. O almeno a non nuocere troppo

 

catharina sottile

Categorie:Notte di note Tag:
I commenti sono chiusi.