Home > Notte di note, rassegnata stampa > L’orso, capro espiatorio di tutte le idiozie

L’orso, capro espiatorio di tutte le idiozie

17 Agosto 2014

Un’orsa, nel mezzo del bosco, per difendere i suoi cuccioli dà una zampata a un uomo che si era spinto troppo vicino alla sua tana. L’esigenza di sicurezza e l’ipocrisia elettorale spinge le amministrazioni a chiedere la cattura, a rischio di abbatterla, di mamma orsa. Quindi, i mafiosi che sversano arsenico nei terreni agricoli o sotterranno rifiuti tossici o inquinano le falde acquifere li abbattiamo a vista? La Lega che dice? La caccia la facciamo solo a un povero orso isolato? Io voglio sparare a vista a chi mi fa venire il cancro. Altro che sicurezza pubblica attenta, vi pare? Se uccideranno quell’orso spero che Di Battista venga a farsi esplodere con me. Io ci sarò. I leghisti, per la sicurezza pubblica, andrebbero invece messi in un recinto subito, ma senza altre esitazioni

catharina sottile

I commenti sono chiusi.