Home > Edittoriali > L’ignominia dei pressapochisti italiani uccide anche gli orsi

L’ignominia dei pressapochisti italiani uccide anche gli orsi

12 Settembre 2014

Il mio grande problema? Dopo aver invaso gli ospedali di cattivi medici, i cantieri di cattivi ingegneri, la politica di cattivi amministratori non poteva mancare la degenerazione finale dei cattivi narratori della realtà. I giornali sono ormai pieni di populisti, di disinformati, di commentatori a gettone, così mediocri da non riuscire neppure a convincere se stessi. E si vede nella inconsistenza delle tesi, delle ipotesi, dei commenti. Come è possibile che tutti facciano tutto? Parlano dell’orsa uccisa senza mai allargare la visuale, senza mai spiegare che il problema è nell’utilizzo dei fondi per fare progetti usa e getta, che contrastano coi territori o, peggio, senza avere il coraggio di arginare le pessime direzioni che hanno preso i territori. Gestiti come califfati su un capitale di qualche centinaio di voti e strutturati su bisogni bassi e a breve termine. Meno male che ci sono i miei grandi miti, i cronisti finissimi, gli scrittori giganteschi, capaci di vedere al di là e prima perchè hanno studiato per questo e sono nati avvantaggiati da un talento superbo

 

catharina sottile

Categorie:Edittoriali Tag:
I commenti sono chiusi.